Potatore telescopico

Potatore telescopico: mai più paura delle altezze

Chi è un vero amante del giardinaggio, cerca di occuparsi al meglio delle aree naturali. In commercio esistono diversi strumenti validi per prendersene cura, ma tutti, soprattutto i “principianti” si saranno chiesti almeno una volta: come si possono potare gli alberi senza correre il rischio di cadere da una scala? 

Spesso, quest’ultima ha un’altezza limitata, per cui potresti comunque non arrivare ai rami più in cima, lasciando incompleto il tuo lavoro. Se vuoi risolvere questi problemi in totale sicurezza…Il potatore telescopico è quello che fa per te! Potrai scegliere diverse tipologie: a scoppio, elettrico o a batteria e in più avrai la possibilità di scegliere il brand che ritieni più affidabile; prediligi sempre la tua salvaguardia e lavora in sicurezza acquistando sul nostro catalogo. 

Continua a leggere...

Attrezzature per la potaturaNON SOLO POTATORI TELESCOPICI...
Tagliasiepi - I migliori modelliSIEPI SEMPRE PERFETTE
Tagliasiepi
Nessun prodotto corrispondete alla selezione è stato trovato.

Articoli da giardino: Top Categorie

 

Top Brand

 

Aggiornato il {{datetime.today}} da Erika C.

Potatore telescopico: guida all'acquisto migliore per te

Il potatore telescopico è uno strumento molto ambito nel mondo del giardinaggio, perché permette di potare in totale sicurezza la vegetazione difficilmente raggiungibile senza l'aiuto di una scala. Questo attrezzo altro non è che una motosega di piccole dimensioni montata su un' asta telescopica estensibile, che ti permetterà di raggiungere i rami più alti di cespugli e alberi senza il minimo sforzo.

E' proprio per questo motivo che il potatore telescopico è senza dubbio un oggetto da aggiungere alla propria lista desideri, ma bisogna ammettere che scegliere il modello adatto alle proprie esigenze non è facile per tutti, perché sono tanti i fattori da prendere in considerazione, ma è proprio qui che cercheremo di chiarirti le idee, fornendoti maggiori informazioni a riguardo...

Tipologie

Il primo passo da compiere per scegliere il potatore telescopico che meglio si adatta ai propri bisogni, è quello di individuare la tipologia corretta; in questo modo, non rischierai di acquistare un potatore troppo potente, o il contrario, per il suo scopo finale.

Vediamo insieme cosa si intende con ciascuna tipologia!

Potatore telescopico a scoppio

Il potatore telescopico a scoppio è in genere orientato verso un utilizzo più professionale che hobbistico, ma vi sono alcuni modelli più economici che fungono da ponte tra i due ambiti.

Rimane comunque evidente che il motore a scoppio è garanzia di massima potenza ed efficienza, ma anche di libertà nei movimenti. Il tipo di alimentazione privo di cavo elettrico ti permetterà infatti di spostarti da una zona all'altra senza alcun tipo di limite e tutto quello che dovrai fare è semplicemente reperire il carburante ed effettuare qualche piccolo intervento di manutenzione, per far sì che l'efficienza del potatore rimanga invariata nel tempo.

Potatore telescopico manuale

Al contrario della tipologia appena descritta, il potatore telescopico manuale, anche conosciuto come troncarami, è la soluzione ideale per chi non è esperto nel campo e desidera uno strumento il meno macchinoso possibile, ma che sia comunque in grado di garantire ottimi risultati. In questo caso, affidarsi a marchi piuttosto conosciuti è di fondamentale importanza perché il tutto ruota attorno alla qualità delle lame, che deve essere impeccabile per ottenere tagli netti e precisi. Una volta verificata questa caratteristica, si è già a buon punto e se non si hanno esigenze importanti, è una delle tipologie più convenienti perché il suo utilizzo è molto semplice e intuitivo.

Potatore telescopico elettrico

Il potatore telescopico elettrico ha ben pochi rivali per il suo rapporto qualità-prezzo, ma soprattutto per la sua leggerezza. Con un peso intorno ai soli 4 kg, riuscirai a ottenere risultati eccellenti al miglior prezzo e allo stesso tempo potrai ritenerti soddisfatto di stare utilizzando la tipologia più ecosostenibile in assoluto perché non implica né l'utilizzo di carburante né lo smaltimento di batterie. La presenza del cavo elettrico lo rende un attrezzo adatto a giardini di medio-piccole dimensioni, ma se proprio non si riesce a rinunciare ai suoi vantaggi, è possibile acquistare una prolunga per renderlo uno strumento adatto anche ad aree più ampie...Anche per questo i potatori alimentati da motori elettrici sono il massimo della versatilità.

Potatore telescopico a batteria

Il potatore telescopico a batteria è la soluzione migliore per gli amanti del progresso e degli attrezzi da giardino pronti all'uso. Anche questa tipologia è adatta ad aree medio-piccole e si consiglia di prediligere sempre le batterie agli ioni di litio in quanto queste hanno un'autonomia di gran lunga maggiore rispetto alle altre tipologie di batterie in commercio, che hanno talvolta prezzi più bassi ma a discapito della durata.

Il potatore telescopico a batteria è l'ideale in ambito domestico e uno tra i suoi più grandi vantaggi spiccano la facilità d'utilizzo e la sua sagoma compatta in grado di inserirsi con facilità anche tra i rami più intricati.

Fattori decisivi nella scelta

Qui di seguito troverai le caratteristiche su cui prestare maggiore attenzione prima dell'acquisto, che si riveleranno essenziali sia a livello di comfort nell'utilizzo sia per la durata stessa del potatore telescopico:

  • materiali

la qualità dei materiali è di importanza decisiva, perché nella maggior parte dei casi, ti ritroverai a utilizzare il potatore telescopico su terreni sconnessi, in spazi ristretti o in zone in cui la vegetazione è molto fitta e difficile da trattare. In questi casi, più il materiale risulta scadente e più il potatore sarà soggetto a usura e questo comporterebbe un nuovo acquisto con uno spreco di denaro non indifferente

  • peso e dimensioni

il peso del potatore telescopico è direttamente proporzionale alla facilità d'utilizzo perché, più questo sarà pesante e più la sessione di lavoro si complicherà. Un buon compromesso per quanto riguarda il peso, escludendo i potatori a scoppio, sarebbe compreso dai 3 ai 5 kg e da non sottovalutare sono anche le dimensioni: una struttura compatta, tipica dei potatori elettrici, ti permetterà di muoversi con più agilità e di conseguenza anche la sessione di lavoro sarà più breve

  • robustezza delle lame

le lame del potatore telescopico devono essere in grado di sopportare il carico di lavoro senza causare problemi all'operatore; è infatti molto probabile che si ritrovi ad avere a che fare con rami molto ostici che hanno bisogno di un ripasso e se questo non viene effettuato con lame robuste, taglienti e affilate, sarà tutta fatica sprecata

Inoltre, un altro punto per molti non di minore importanza è anche la presenza di accessori in dotazione fondamentali nell'antinfortunistica come gli occhiali di protezione o le cuffie antirumore, essenziali soprattutto durante l'utilizzo di un modello alimentato da motore a scoppio.