Maschere facciali

Le maschere facciali offrono la massima protezione non solo delle vie respiratorie ma anche degli occhi. Chi opta infatti per questo dispositivo di protezione individuale, può fare a meno di acquistare gli occhiali di protezione.

Questo tipo di maschere offre una protezione facciale completa e dunque, anche se si opera in contesti lavorativi delicati e gravosi, l’unica caratteristica di cui accertarsi è la conformità agli standard europei, che con Lineonline è sempre meticolosamente accertata.

Continua a leggere...

Filtra
Opzioni di acquisto
Prezzo
-
Mostra come Griglia Lista

23 elementi

per pagina
Mostra come Griglia Lista

23 elementi

per pagina

Scritto il 03/12/22 da Linda T.

Mascherine protettive facciali: protezione completa

La maschera facciale o maschera respiratoria è un dispositivo di protezione individuale in grado di proteggere da particelle ambientali quali:

 

  • Polveri sottili
  • Microrganismi
  • Fumi
  • Vapori
  • Gas

 

Grazie ad una filtrazione ad alti livelli, questi dispositivi permettono di proteggere la persona sottoposta a rischi quotidiani al lavoro. A seconda delle caratteristiche, la funzione del dispositivo è differente: infatti, il respiratore deve essere selezionato in base ai rischi a cui si va incontro.

  

Le tipologie principali di maschere facciali sono due:

 

Purificatore d'aria  Respiratore d'aria  

 

Maschere facciali per ventilazione

Le maschere per ventilazione si possono suddividere in due categorie principali:

 

1) Ventilazione libera

Di questa tipologia fanno parte i purificatori d’aria à attraverso lo sforzo prodotto dalla respirazione dell’utente, i dispositivi riescono ad erogare aria respirabile filtrando le particelle contaminate.

 

2)  Ventilazione assistita

A questa tipologia appartengono i respiratori d’aria à è presente un sistema motorizzato in grado di fornire aria respirabile aiutando automaticamente l’utente a respirare aria pulita.

 


 

Domande frequenti

  

Una domanda che molte volte sorge spontanea quando si parla di maschere facciali è:

 

A cosa servono i filtri mascherine facciali? 

I filtri che vengono inseriti nelle maschere sono quelli che rendono possibile questo tipo di protezione. Infatti, sono destinati a trattenere polveri inquinanti sia in forma solida che aerea.

Quando si parla di filtri, però, è indispensabile essere a conoscenza del fatto che, in base al colore, il funzionamento della filtrazione cambia.

 

Vediamolo nel dettaglio:

 

COLORE  PROTEZIONE DA
(Tipo P) BIANCO Polveri, soliti e liquidi tossici
(Tipo A) MARRONE Gas o vapori organici, solventi ed idrocarburi
(Tipo B) GRIGIO Gas o vapori inorganici
(Tipo E) GIALLO Acidi, anidride solforosa e acido cloridrico
(Tipo K) VERDE Ammoniaca e i suoi derivati organici
(Tipo CO) NERO Monossido di carbonio
(Tipo Reactor) ARANCIO Iodio
(Tipo NO-P3) BLU-BIANCO Ossidi di azoto e vapore nitroso e polveri
(Tipo Hg-P3) ROSSO-BIANCO Vapori di mercurio e polveri

 

Esistono anche dei filtri che permettono di essere combinati, così da poter svolgere più funzioni.

Quando si parla del tempo di durata di un filtro, non è semplice associargli una durata ben precisa: questo perché tutto dipende dall’umidità, dal consumo d’aria, dalla temperatura e da molti altri fenomeni. Normalmente, si arriva a capire che il filtro deve essere assolutamente sostituito quando l’utente comincia a percepire gli odori. 

Un ulteriore dubbio che affligge molte persone al momento dell’acquisto di una maschera facciale è:

 

Ma esistono maschere facciali riutilizzabili?

Di respiratori ne esistono sia modelli monouso (più economici) che modelli riutilizzabili (più costosi). I primi sono conosciuti anche come mascherine o maschere antipolvere, mentre i secondi vengono spesso associati al nome di maschere antigas. 

Tra i modelli riutilizzabili è necessario distinguere due tipologie di maschere:

 

mascherine semifacciali 

  • Maschere facciali o di protezione completa 

mascherine facciali

Le prime proteggono solo bocca, naso e mento, mentre le seconde offrono una protezione facciale completa. Queste ultime infatti, sono quelle che chiamiamo maschere antigas e sono utilizzate quando si corre il rischio di danneggiare anche la vista. Per questo motivo, questi dispositivi coprono naso, bocca, mento e occhi.

Grazie ai respiratori facciali è possibile respirare in sicurezza, proteggendo allo stesso tempo anche gli occhi.

 

Prima di acquistare una maschera facciale, è importante che tu sappia che questi dispositivi devono seguire delle normative ben precise per essere considerate dei dispositivi di protezione individuale.

 

Normative Europee filtri maschere facciali

 

Gli standard che, un filtro adeguato alla protezione della persona, deve seguire sono:

 

  • EN 141 à stabilisce i requisiti minimi che i filtri per gas e i filtri combinati devono possedere.
  • EN 143 à specifica gli standard dei filtri per polveri. Questi si dividono in 3 categorie:

P1) in grado di proteggere da polveri solide

P2) e P3) capaci di rimuovere particelle solide e nebbie 

  • EN 371 à stabilisce i requisiti dei filtri per composti organici.
  • EN 372 à identifica gli standard che i filtri per specifici composti devono possedere.


scopri di più

Sconto 5euro
Domande
Nessuna Domanda
Hai trovato quello che stavi cercando?

DPI: Top Categorie

 

Top Brand